Audio Twatac

Just another WordPress site

programmi che rimbalzano all’infinito

August 21st, 2015

quando dei programmi saltano all infinito nel Dock e non si aprono e, nell’log in console trovate questa linea:

CODE SIGNING: process 3017[CoreServicesUIAg]: rejecting invalid page at address 0x115340000 from offset 0x1d4f000 in file percorso/del/programma.app

significa che l’app non è firmata, o la firma non è riconosciuta, ergo, osx non avvierà la vostra app per evitare danni.
ma, se conoscete il programma e la fonte del file è sicura si può risolvere come segue.

aprire il portachiavi, creare un nuovo certificato e dargli un nome, magari quello del proprio user e impostare il tipo di certificato con Code Signing.

poi, nel terminale usare il comando che segue e dare invio

sudo codesign -f -s nomeCertificato “percorso/del/programma.app/Contents/MacOS/programma”

Fonte Risorse

Alla fermata del Tram!

May 9th, 2014

Questo, è un piccolo aneddoto, una cosa che mi è successe l’anno scorso (credo) mentre mi stavo facendo gli affaracci miei alla fermata del tram:

…una signora in compagnia di altre due si rivolge a me… salve, lei conosce il nome di dio?

Per educazione, cerco di non ridere… la prima cosa che mi passa per la mente è sono ateo, non rompere! ma il lato razionale in me, sforna qualcosa di veramente sorprendente, sopra tutto per lei e le sue amiche…

la signora: salve lei, conosce il nome di dio? 
io: quale? Jeova? Horus? Tiamat? Ra? Ba’Al? 42? (ho pensato anche Lemmy…)
la signora: mi scusi, cosa? come ha detto?
io: mi scusi lei, è arrivato Caronte (riferendomi al tram), arrivederci!

sta storia è troppo divertente, prima o poi ci farò una fumetto!

Simbiosi: Motu828mk3 e Bcf2000

December 23rd, 2013

hu-meter-motu828mk3hQuando è arrivata la 828mk3 ho rispolverato il vecchio BCF2000, ho colto l’occasione 4 anni fa per soli 100 euro da un amico, non l’ho mai realmente usato, il mio modo di mixare non prevede molte automazioni, lavoro bene di comp e eq, uso le automazioni come mezzo espressivo e creativo, raramente correttivo, poi, il fatto che i fader non sono sensibili al tocco ha contribuito a tralasciare questo piccolo controller.

La 828mk3 è a tutti gli effetti un mixer digitale, molte uscite, molte entrate, tutto dentro un rack, manca la parte solida e visiva del mixer, il cuemix è il mixer in versione soft. Il Bcf è la perfetta nemesi, niente entrate (eccetto usb e midi), niente audio, solo un mixer muto (muto non Motu).

La simbiosi tra il Bcf e la 828 non è totale, non come immaginavo, quello che si può controllare è piuttosto limitato, importante capire che il Bcf non controlla direttamente la Motu, è il soft CueMix che tramite il protocollo Makie Control dialoga con il Bcf e il cuemix controlla la motu.

Bcf2000 > McC > CueMix > 828

l’Emulazione MCC del Bcf2k permette di gestire tutti i fader, i pan e mute del primo mix del CueMix ad eccezione del fader indicato come bus, premendo [edit] sul Bcf, il potenziometro del pan controlla il gain (trim) del ingresso, premendo [shift] e poi [opt] è possibile controllare tutti i fader degli 8 mix (bus) . Non c’è altro, nessuno controllo del master, degli eq o dei comp ma più che sufficiente per sostituire il vecchio mixer beringer (ub1204fx pro) che usavo per gestire l’ascolto su due coppie di monitor e in cuffia.

Bene, messa così sembra che ho preso la 828 per sbarazzarmi del Ub1204, anche, ma non solo! Ho preso la 828 perché nella mia catena audio tra il Mac e le Adam il mixer era indubbiamente una falla, la 828 è molto silenziosa rispetto al mixer, ha un sacco di “volume”, non che un sacco di definizione!

Con la 828 ho in preparazione due progetti artigianali che si affiancheranno all Hu-Meter, il primo le Hu-Tone, una piccola coppia monitor classificabile come orror-tone, ergo… 2 scatolacce con un cono fullrange di 5″. Il secondo progetto, Hu+, un semplice sommatore passivo con 8 o 10 ingressi per sperimentare la somma analogica e valutare un prossimo investimento.

Update: dopo questa settimana mi sono accorto di un piccolo problema del protocollo McC, il primo fader corrispondente al volume Pre/Mic1, si impostava sempre a -24db dopo la connessione CueMix-Bcf. Questa impostazione non è presente nel cuemix ne nelle impostazioni hardware di fabbrica della 828. non finisce qui, passando dalla vista Mix alla vista OUT (shift+opt), il primo out prende l’impostazione del Pre, molto fastidiosa sta cosa, strano che non mene sono accorto prima, tanto che ho ancora il dubbio che questa cosa fosse più o meno recente… soluzione? avviare il BCF come LC, non cambia quasi nulla, eccetto per passare dalla vista Mix a quella OUT, basta premere [shift] poi [flip]. segue il pdf con la mappa delle emulazioni del BCF.

BCF2000_Emulation_modes.pdf

 

Dynamic-Range: Chi dice la verità?

November 23rd, 2013

mmm… leggendo in giro scopro ora che il vecchio TT-Range e il nuovo BX_Meter riportano valori di dynamic-range differenti.

ho provato con alcuni brani e testato entrambi con rumore bianco e rumore rosa, in particolare con un pink noise a -3db, molto più dinamico.

TT-Range restituisce un valore medio di DR di 8.8db, invece Bx_Meter mostra un valore medio di DR di 6.4db, insomma quasi 2 db e mezzo, i valori di picco e rms invece sembrano allineati.

Quindi, se durante il master il nostro limite di DR ipotetico con TT era 9db, un master con bx_meter  con lo stesso riferimento ci avrebbe dato un file molto più dinamico.

Brainworx forse ha giocato sporco per salvare la musica dalle grinfie del music busines?? magari! ma ora io sono confuso, quale dei due meter dice il vero? huffaaaa!!!